Rss Feed
Tweeter button
Facebook button
Technorati button
Reddit button
Myspace button
Linkedin button
Webonews button
Delicious button
Digg button
Flickr button
Stumbleupon button
Newsvine button
Youtube button

Accettare altre culture!

settembre 15th, 2010

Accettare altre culture (luca de mata ® 2010)

Ero in Spagna in una casa di accoglienza incontrai una bambina dell’Hoduras orfana. Ad un certo punto del Suo racconto mi disse: ” Sai, prima di qui ho sofferto molto” e poi aggiunse “Mi manca molto il mio paese perché qui è freddo e il mio paese è caldo”. In quel quel momento quelle sue precise parole non mi colpirono. Poi, lì vicino, salii su un colle. Vedevo, da lì, la casa dove avevo lasciato il racconto della ragazza e solo allora mi accorgo della enorme distanza che mi divide da Lei. Io che presuntuosamente mi sono sempre sentito conoscitore del mondo. Non basta viaggiare. Lei, la ragazza, mi avava appena detto che qui è freddo. Eppure vedo case basse. Una trrra che generazioni di contadini hanno dato ordine. Lavoro. Competenza. Tutta la Spagna che ho amato, è qui. Per me, per la mia cultura, la mia storia, come per milioni di Europei tutto questo rappresenta il caldo di un popolo, il caldo di tradizioni antiche, di pianure riarse, ma non era per lei, bambina orfana venuta tra noi. E’ difficile accettare che possono esserci altre culture, altri modi di vita, altri calori di umanità e di sole, altri orizzonti, luci, significati di parole. (luca de mata ®2010)