She was abandoned by everyone and welcomed here in the name of love. She discovers her role as an older sister, aware of the fact that in her pocket – just like her fellow AIDS patients – a watch with its hands broken. 

Ella abandonada por todos, acogida aquí en nombre del amor, se descubre a si misma como hermana mayor, consciente de tener en el bolsillo, como sus hermanos con Sida, un reloj con las manecillas cortas.

Lei abbandonata da tutti qui accolta nel nome dell’amore si scopre sorella grande cosciente di avere in tasca come i suoi fratelli nell’Aids un orologio con le lancette corte.

(foto e copyright di luca de mata © ® – tutti i diritti riservati 2009)

19 thoughts on “A watch with its hands broken.►Un reloj con las manecillas cortas.►Un orologio con le lancette corte.

  1. Mi piacciono sia la foto che il commento. Cosa posso dire davanti ad una realtà tanto drammatica? Io sono anche anziano e più che inviare un contributo piccolo, perchè ho una pensione da miseria non saprei che fare.
    Pensavo di mandare dei soldi alla Caritas.

  2. Salve De Mata, la fotografia che propone è una vera e propria opera d’arte che grida forte al cuore degli uomini

  3. ringrazio dei vostri commenti, infinitamente, e se le mie foto anche salvassero una sola delle vite che ho incontrato è valsa la pena viverla. Ancora grazie

  4. Basta il titolo per capire tutto. Quel tutto così doloroso. Che possiamo fare noi subito???

  5. Bravo Luca, e grazie per farci partecipi delle tue esperienze, ogni sera rivolgo a Dio una preghiera per tutti i bimbi, che ognuno abbia un sorriso, che ognuno abbia pane e acqua, che ognuno abbia un pò d’amore. Utopia? No! fino a quando ci sarà nel mondo qualcuno che cercherà di aiutarli a non farli sentire soli e a farli uscire da un coma che tutti dovremmo poter interrompere. Raffi

  6. Complimenti dottore per la foto dolce e cruda allo stesso tempo..vorrei tanto aiutare questi poveri bimbi!!!

  7. Questi bambini innocenti sono segnati da un triste destino..dobbiamo aiutarli e non restare a guardare!

  8. Aiutiamo questi poveri bambini che meritano una adeguata assistenza che permetta di cogliere la malattia all’inizio prima che sia troppo tardi

  9. Gli occhi di questi bimbi tristi parlano da soli..già sanno di essere segnati e di essere vittime innocenti.

  10. Non abbandoniamo al loro triste destino questi bambini ma cerchiamo di fare qualcosa e non di resatre solo a guardare!

  11. Sarebbe opportuno agire invece di ignorare queste cose che purtroppo vengono dimenticate o se ne parla troppo poco

  12. Questi bambini non hanno nessuna colpa solo di essere nati da genitori malati e in una società che li ignora.

  13. Foto meraviglioasa e toccante, il viso triste di questi bambini ci deve far riflettere seriamente.

  14. Questa foto fa pensare all’importanza della vita umana e di quanto siamo fortunati noi dimenticando davvero chi soffre e lotta per sopravvivere ogni giorno.

  15. Non si può morire così piccoli ed essere vittime innocenti di un mondo indifferente e ignorante

  16. Dovremo aiutare tutti queste popolazioni che soffrono e non solo stare a guardare, grazie Luca che ne parli e grazie alle tue foto che ci permettono di vedere davvero cosa accade ogni giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.