There are many reasons to travel, but in the end there are really only two: to take a rest, or as one of my dearest friends would say: “Once in and while we need to send our ideas on a trip!”; the other is to live, to work and in this I would also include the will to know and to make things known. In the case of the first reason, you take your distance from anything that the mere thought of it could result bothersome. In the latter, you are moved to live or – more dramatically speaking – to survive, flee, search for peace or simply study and take notes, whether you work in the mass media or on your own. I have a drawer with over 80,000 photographs of my trips all over the world. I have selected a few and wished to comment on them and respond to all the questions that you may have after seeing these photos. But, most importantly, I am interested in the answers, so that together we can come to understand who we are. What is it about Islam that fascinates me? Its severity and fidelity. What is it that alarms me? The fact that I cannot see where the fanaticism of the severity meets the fidelity to fanaticism.

Hay muchos modos de viajar, pero sustancialmente solo hay dos: para reposar, o como siempre dice   uno de mis más queridos amigos: “¡de vez es necesario hacer que las ideas viajen!”; el otro es para vivir, trabajar y en este incluyo también la voluntad de conocer y hacer conocer. En el primer caso te alejas de cualquier cosa que simplemente pensarlo podría fastidiarte. En el segundo te mueves para vivir o más dramáticamente para sobrevivir, huir, buscar paz o sencillamente estudiar o documentarte sea porque trabajas para los medios de comunicación o sea para ti mismo. Tengo un cajón con más de 80.000 fotografías de mis viajes por los continentes. He elegido algunas y quisiera comentarlas con vosotros y responder  a todas  las preguntas que esas fotos puedan suscitar en vosotros, pero sobre todo quisiera respuestas para entender juntos quienes somos.¿Qué es lo que me fascina del Islam? El rigor y la fidelidad. ¿Qué es lo que me asusta? No consigo entender la frontera entre el fanatismo del rigor y  la fidelidad al fanatismo.

Ci sono molti modi di viaggiare, ma sostanzialmente sono solo due: per riposarsi, o come dice sempre uno dei miei più cari amici: “ogni tanto bisogna pur farsi girare le idee!”; l’altro è per vivere, lavorare ed in questo ci metto anche la volontà di conoscere e far conoscere. Nel primo caso stai alla larga da qualunque cosa il cui anche pensarlo ti potrebbe infastidire. Nel secondo ti muovi per vivere o più drammaticamente per sopravvivere, fuggire, cercare pace o semplicemente studiare o documentare sia che lavori per i media o per te stesso. Ho un cassetto con oltre mille e mille fotografie nel mio girare i continenti. Ne ho scelte alcune e vorrei commentarle insieme a voi e rispondere ad ogni vostra domanda che queste foto potranno suscitarvi, ma soprattutto vorrei delle risposte per capire insieme chi siamo. Cosa mi affascina dell’Islam? il rigore e la fedeltà. Cosa mi spaventa? non riesco a capire il confine tra fanitismo del rigore e fedeltà al fanatismo?

India – New Delhi – Moschea Sufi – ( foto e copyright di luca de mata © ® tutti i diritti riservati)

14 thoughts on “There are many reasons to travel, but in the end there are really only two.►Hay muchas razones para viajar, pero al final hay sólo dos.►Ci sono molti modi di viaggiare, ma sostanzialmente sono solo due.

  1. la storia della preghiera dei musulmani davanti al Duomo non mi è piaciuta.Vorrei pubblicare questa foto su una nostra rivista, ma non so dove postare la mia mail senza renderla pubblica per avere l’autorizzazione da luca de mata. Mi potete aiutare?

  2. È passato un po’ di tempo dalla prima volta in cui ho iniziato a scorrere le tue foto. E ho scelto che passasse del tempo per scrivere delle mie sensazioni, perché come ogni cosa viva le sensazioni cambiano, si muovono.
    Sono andata avanti e indietro per il tuo album tante volte in questi giorni, trovando sempre qualcosa di nuovo, e tornandoci come si torna verso un luogo che si desidera conoscere: il filo che lega per me quelle immagini è che più che foto, mi sono sembrate MATERIA. Guardare era anche sentire, toccare: mani, luce, volti, cielo, cemento. Terra. Marmo e macerie, miseria e ombre. E movimento, soprattutto. E vita. Vita manipolata ed estinta, vita appena raccolta, vita superba, custodita, affranta. Vita inesorabilmente respinta.
    Luca, Ti ringrazio per aver fatto passare tutto questo dai tuoi occhi ai miei – prendere in prestito lo sguardo degli altri come una forma di transizione, viaggiare per imparare a vedere.
    Nella foto che scegli per aprire il tuo blog mi ha colpito un particolare: le donne sono movimento, luce, colore, vita. Una bambina con un fiore in mano. La curiosità.
    Mentre gli uomini – in ombra – sono rigidi e cupi. Mi chiedo e ti chiedo se il fanatismo di cui parli non sia soprattutto quel sentore di morte che hai percepito e trasmesso attraverso quegli sguardi bui? Il sentore che aleggia in quelle ombre diventa desiderio di morte. Uomini che guardano fissamente solo su loro stessi, e non vedono oltre il loro sguardo. Così, forse anche in quella evidente assenza di curiosità, il fanatismo si fa sinonimo di disgregazione, desolazione, distruzione.

  3. Non sono poeta come francesca, ma con due parole dico solo dei musulmani non mi fido, mi sembrano fanatici, delle volte li vedi che se mettono a pregare anche tra le macchine, ci voglio parlare, ma tengono le mogli coperte come se uno se le guardasse potesse pensa subito male. Nun sò. C’è uno che lavora vicino a me è una brava persona. Io ho studiato poco. pero la foto mi piacce. Bello quello che è scritto prima di me. Ma che è una mosche sufi, nun so tutte uguali?

  4. La verità è che tutti fanatismi cristiani o musulmani o di qualunque altra religione vanno condannati. Personalmente frequento ed ho amici di tutte le fedi. Sono una donna e non ho nessun problema.

  5. Non conosco nulla dei Sufi, ma i musulmani non sono tutti uguali? sapevo degli sciiti e degli altri per la guerra in Iraq, ma nulla di più. Ora mi sono incuriosita e cercherò di capire di più. La foto è molto bella. Ho visto anche le altre foto e sono veramente molto diverse da quanto circola su internet

  6. Sono una donna di fede Musulmana che vive in Italia ed è sposata in Italia e non concedo a nessuno di dire che di noi non ci si possa fidare. Io dei Cristiani mi fido, lavoro come lavora mio marito e siamo una famiglia felice. Il fatto è non ci conoscete e date su di noi giudizi senza sapere nulla dell’Islam. Se ci sono fanatici estremisti tra di noi ci sono anche tra di voi. Io conosco tutte persone con cui sono felice.

  7. Per molti anni ho viaggiato in Medio Oriente, Egitto, e Nordafrica, ha viaggiato per lavoro e sono stato a stretto contatto con centinaia di musulmani, uomini, per lo più, perchè nei confronti delle donne avevano lo stesso tipo di gelosa custodia dei nostri meridionali mezzo secolo fa.
    Sono come noi cristiani cattolici, nel senso che ce ne sono di buoni e meno buoni, di osservanti e di men che tiepidi (ho visto ricchi mercati prendere l’aereo dopo la preghiera del venerdì per andarsi a divertire a Beirut, dove potevano anche ubriacarsi mentr in Arabia e negli altri paesi non entrava nemmeno una goccia d’alcool).
    Quindi, se c’è una distinzione da fare è gli osservanit, siano essi sciiti, sunniti, wahabiti o altro, non avendo una guida spirituale uniforme, tendono ad uniformarsi rigidamente alla Legge, cioè al Corano, in questo assomigliando molto ( a mio vedere ) agli ebrei dei tempi di Gesù; tqle rigidità a volte si trasforma in fanatismo, che in genere rimane confinato nelle mura domestiche. Per il resto, ogni popolo ha le sue usanze e per noi fa sorridere vedere ibambini sguazzare in piscina e le mamme, ai bordi, coperte da testa a piedi anche sotto il sole e posso capire che, nella loro mentalità, le donne occidentali con le tette al vento siano considerate assai male.

  8. Io conosco l’islam e l’islam mi fa paura.
    Ho letto il corano e il hadith e sono stata spaventata…
    Vivendo in Olanda e leggendo i giornali in quatro lingue vedo come l’íslamisazione del Europa va avanti senza che nessuno se ne rende conto delle consequenze future del continente e dei nostri figli.
    Il fatto che ce ne sono brava gente tra di loro non mi dice niente.Quando avrano la magioranza-e in pochi anni ce l’ avrano-si fará vedere il vero volto del islam…
    Leggete la storia,i loro libri e guardate quello che succede dei loro paesi per le minoranze delle altri religioni e comprenderete tutto.
    Mi raccomando,leggete il corano e il hadith.
    Sapere é tutto..

  9. Quando uno si deve inginochiare per paura di Dio(Allah) questo non é un Dio ma un tirano!

  10. Alla signora Musulmana:

    Quanti “extremisti” cristiani fanno attachi teroristici nelle cittá del mondo nel nostro tempo o portano via le teste dei loro contraditori davanti alla televisione per ragioni
    religiosi,mi sa dire per favore?
    Mi sa anche dire quante sure del corano parlano su come si deve fare con gli infedeli?
    E in fine sa mica dirmi se ce ne anche un verso nel Vangelo di Cristo che imporre ai cristiani a uccidere gli infedeli proprio come imporre il corano e ha fatto il Maometo stesso????

    Tanto per sapere di cosa ne parliamo.

  11. Alla sig.ra Musulmana, chiederei se si é chiesta cosa si passa dopo la morte?……….. Ci sono tanti musulmani che si convertano ho potuto seguire una emissione radio dove testimoniavano 5 musulmane, (convertite senza proselitismo), cercando….. hanno avuto una relazione personale con Gesu e sono diventate delle christiane convinte, dicevano quando si parla di Gesu a voi, ci rispondete oh la storia di Gesu é da 2000 anni. Conoscano la storia di Mahomed.E noi siamo veramente veri christiani? abito vicino Parigi, nella mia avenue, la domenica sono sola di andare alla messa, in sett.na vado a Parigi,(vicino le Printemps c’é St.Louis D’Antin con 9 Messe al giorno é sempre piena)lo dico ai turisti italiani, c’é anche la capella della medaglia Miracolosa alla rue du Bac vicino al Bon Marché, dobbiamo pregare,questo tempo forte nella S.Quaresima, ci invita attraverso l’ispirazione dello Spirito Santo, ad entrare nel nostro cuore per ascoltare la voce del Signore che ci esorta a convertirci e a credere al vangelo. A meditare la parola di vita, via e vérita. Tutto questo lo possiamo realizzare attraverso le pratiche che la chiesa ci propone, cioé col digiuno che bussa al Signore,la preghiera che ci ottiene la Misericordia, la carita, insomma le opere buone verso il nostro prossimo che espiamo i nostri peccati,ci sarebbe da dire !!!!!!!!

  12. Concordo con Panayota. Leggete il Corano e i Hadith. Scoprirete cos’è l’Islam: cose da fare rabbrividire.
    Anch’io ho vissuto nei paesi arabi dove molti musulmani sono brava gente soltanto perchè prendono quello di buono che c’è nel Corano. Ma questo non vuol dire niente perchè se uno deve seguire TUTTO ciò che prescrive questa religione deve diventare ciò che sono i terroristi: a morte gli infedeli !
    Ricordarsi che dove è arrivato l’Islam questo è stato imposto con la forza (= decapitazioni). Avverrà anche da noi con l’attuale invasione strisciante, poi con l’elezione in Parlamento di musulmani e poi con l’approvazioni di leggi che ammettono la Sharia (come in GB) e poi con l’imposizione a tutti dell’Islam ?
    E’ TEMPO DI SVEGLIARSI

  13. io vorrei dire che mentre noi stiamo a parlare di Islam, di cio che sia o non sia, della vecchia diatriba tra Cristianesimo ed Islam, la vera ed unica religione che si impone e’ quella della SHOA. Una relegione dove noi non siamo gli eletti, ma i servi di coloro che credono di essere la razza superiore. Guardate un po i telegiornali, le riviste, i politici e i grandi inchini di riverenza che si fa a questo popolo che si veste di agnello. Sono cattolico ed amo Cristo, il Dio che e’ venuto in terra per farsi Uomo, il Dio della Misericorda, il Dio che abbraccia tutti i popoli, il Dio che non impone ma ama.

  14. Io sono cattolica Cristiana e sinceramente quello che ho imparato attraverso Gesù, è la tolleranza e il rispetto, Ogni essere professa la religione delle proprie origini, credo che ogni religione abbia una sua verità. Ma si sà gli uomini, appunto sono uomini e tendono al dominio perdendo di vista il vero significato di Dio e così creano danni enormi.
    Raffi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.