Egypt – SINAB (photo & copyright by Luca De Mata © ® All rights reserved)

Here in Egypt, the Land of the Pharaohs, where the Israelite People lived as slaves, one of the greatest prophecies that would change the cultures of the nations – regardless of their creed, believers or non-believers alike -would be fulfilled…no longer pharaohs, but people. No longer slaves…no more laws legalizing tyranny and despotism; instead, the law of mercy!

Egipto – SINAB (foto y copyright de luca de mata (c) ® todos los derechos reservados)

Aquí en el Egipto de los Faraones, dónde el pueblo de Israel era esclavo, se cumple a una de las mayores profecías que cambiarán los culturas de los pueblos, por encima de la pertenencia a una u otra creencia, creyente o no creyente… no más faraones sino personas. ¡No más esclavos, no más una ley que legaliza al tirano, el despotismo sino la ley de la misericordia!

Egitto – Sinai ( foto e copyright di luca de mata © ® tutti i diritti riservati)

Qui nell’Egitto dei Faraoni, dove il popolo d’Israele era tenuto schiavo, si compie una delle più grandi profezie che cambieranno le culture dei popoli, al di là dell’essere di una fede o di un’altra, credenti o non credenti…non più faraoni,ma persone. Non più schiavi, non più una legge che legalizza il tiranno, il dispotismo, ma la legge della misericordia !

9 thoughts on “No longer pharaohs, but people!¡No más faraones sino personas!Non più faraoni, ma persone!

  1. Mi spiace non sono credente e quindi del post non mi frega nulla, mentre la foto, come tutte le altre di luca de mata mi fanno pensare.

  2. mi piace la foto ed anche il commento da te fatto. Hai ragione Dio scende tra gli uomini e ci mostra la sua bonta’ e misericordia infinita. Dio nel suo grande amore ci ricorda che siamo prima di tutto degli esseri spirituali, che questo tempo ha prima o poi una fine e che la nostra dignita’ non si dovrebbe barattarla con nulla. Appunto il nulla passa e rimane polvere.

  3. La sindrome del Faraone si nasconde dentro di noi Vorresti abbracciare e fuggi. Vorresti amare e fuggi. Il Faraone ti vuole eretto con il scettro di serpenti, la maschera d’oro mentre il mondo ti passa sotto il trono, ma nella realtà nessuno di noi è su una sedia più alta. Semplicemente la sindrome del Faraone è non volersi conoscere e lasciare che anche i nostri pensieri più profondi e veri si possano incontrare. Il Faraone vigila perché tra noi ci sia quel tanto di odio, o più semplicemente distacco perché lui possa continuare ad avere tra le mani il suo scettro di serpenti. luca de mata

  4. Luca, sono onorata di aver conosciuto questo sito. e attraverso le tue foto e i tuoi commenti, capisco che sei un Uomo con una coscienza sveglia, hai un’anima grande.Ci sono i Faraoni ma poi per fortuna ci sono Uomini come Te
    Raffi

  5. complimenti, per le foto, ma anche per quello che scrivi; avere la capacità di capire che ognuno di noi è sotto un Faraone è sintomo di grande intelligenza e l’inizio per uscire dalla schiavitù.

  6. Questo sito dovrebbe essere letto da molte persone..affronta problematiche in un modo semplice e chiaro..foto meravigliose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.